Marino Chapter 3

In realtà qualche altro "contributo" alla salute della sua città lo aveva dato, Marino, durante i feroci scontri contro i giganti comacchiesi, durante le incursioni sul grande fiume per l'approvvigionamento dell'acqua dolce.
Con la sua tartana infatti, in compagnia di una dozzina di concittadini, Marino soleva un tempo spingersi fino a quei lidi per imbarcare grandi quantità di acqua potabile, da rivendere "al mestolo" al rientro in città.

I comacchiesi però tolleravano poco le loro incursioni e quell'estate li attesero "al varco", riservando loro un'accoglienza ben poco amichevole.

Di dodici uomini, solo in nove fecero ritorno a casa e due di loro non poterono vedere le luci livide dell'inverno.